martedì 30 dicembre 2014

Horses - nuovo video su youtube


Questo è stato un anno molto difficile per me e non so nemmeno se sia giusto scriverlo qui. Quello che so essere giusto è dire che il dolore e la sofferenza che ognuno si porta dentro può guarire attraverso il tempo dedicato alle cose che si ama fare. Fare è la risposta, e l'Arte aiuta a trasferire la sofferenza e trasformarla in qualcos'altro. Questo video è un piccolo pezzo di me, una piccola parte di quel processo di guarigione di cui ho bisogno per sperare in un anno migliore.

martedì 18 novembre 2014

Laboratorio con Milla, Molli e Lalla


Martedì 25 novembre alle 17 presso la biblioteca di Ronchi dei Legionari parteciperò ad un laboratorio scientifico per bambini che avrà come argomento principe il latte e le sue proprietà. Il laboratorio sarà tenuto dalla biologa Sara Busetto e partirà dalla lettura di Milla, Molli e Lalla, libro scritto e illustrato da me, edito nel 2004 da Emme Edizioni. Durante la lettura del libro, disegnerò la fuga delle tre protagoniste...

giovedì 23 ottobre 2014

Due nuovi libri per il bagnetto

Sono usciti da poco due nuovi libri da bagno della collana Buchi nell'acqua scritti e progettati da Gabriele Clima, editi da La Coccinella e illustrati da me: Paperella dove vai? e Balena ha il mal di pancia.

Sono morbidi, leggeri, colorati, impermeabili, galleggianti e lavabili, perfetti per il bagnetto dei più piccoli o da sfogliare durante la pappa.

martedì 14 ottobre 2014

Piccolo così

Fare l'illustratrice è un po' come fare la scenografa, quando il testo lo permette, si può interpretare liberamente l'ambientazione e i personaggi e avere parte attiva e complementare alla narrazione scritta, evitando così di essere esclusivamente didascalici. I testi di Francesca Lazzarato, tratti dalla tradizione popolare di diversi paesi sono così, puri e magici nella loro semplicità e permettono questa libertà. L'ultimo che ho illustrato è Piccolo così edito da Emme Edizioni per la collana Tre Passi e uscito da poco in libreria.


lunedì 13 ottobre 2014

Tre pecore e un'idea

Qualche volta le storie devono aspettare un po' di tempo prima di venire alla luce, ci vuole pazienza. E' il caso di questo racconto la cui prima versione risale a diversi anni fa. In questo lungo periodo l'ho lasciato chiuso in un cassetto, rispolverato solo ogni tanto per ripensarlo e riscriverlo aggiungendo ogni volta qualche nuova idea, in attesa che arrivasse il suo momento.
Ora il momento è arrivato: il racconto è diventato un libro della collana Leggere è Giocare edito da Emme Edizioni e si intitola Tre pecore e un'idea, uscito in questi giorni in libreria.

venerdì 26 settembre 2014

Auguri Edizioni EL, festeggiamo in libreria!

Le Edizioni EL compiono 40 anni, per festeggiare l'evento parteciperò in qualità di autrice e illustratrice ad un incontro il 3 ottobre alle 17 presso la Libreria Ubik di Trieste, nella galleria Tergesteo. Si parlerà di Scodinzolo ma anche degli altri miei personaggi e disegneremo assieme un sacco di Scodinzoli.

lunedì 18 agosto 2014

Una vita immaginata... per i bambini di Gaza

Ho raccolto l'invito di Giulia Orecchia che, a sua volta, ha diffuso quello del Tamer Inst. for Community Education di Ramallah, partecipando con un mio disegno alla raccolta di testi e illustrazioni per i bambini di Gaza con il tema Una vita immaginata.

Un disegno è poca cosa ma spero comunque che il mio cavallo azzurro, assieme ai disegni e ai racconti di tanti altri autori, porti un po' di sollievo a quegli occhi spaventati.

http://unavitaimmaginata.blogspot.it/

domenica 6 luglio 2014

I Cavallini su YouTube


Ho realizzato un nuovo video su YouTube, un breve filmato promozionale per "I Cavallini", i quattro piccoli libri che ho scritto e illustrato per Emme Edizioni e usciti qualche mese fa. Mi sono divertita parecchio a realizzare semplici animazioni e montare il tutto con una musica folk un po' irlandese, verde come i prati che circondano la scuola dei miei cavallini.

venerdì 27 giugno 2014

Qual è la tua coda? - laboratorio per bambini

Il 15 luglio, dalle 18 alle 19.30, in occasione della settimana dedicata alla lettura per i bambini organizzata dalla Biblioteca di Ronchi dei Legionari (GO), terrò un laboratorio intitolato "Qual è la tua coda?"; disegneremo, incolleremo, ritaglieremo, e inventeremo strane creature. Unica regola: ogni personaggio dovrà avere una coda. Ci saranno code a spazzola, code a ventaglio, code a pennello, code a cavatappi, code multiuso o semplici code scodinzolanti. Il laboratorio prende spunto dalle storie di Scodinzolo e una di queste storie verrà letta da Margherita, una lettrice esperta, mentre io la disegnerò.
Sarà una coincidenza, ma il 15 luglio è anche il compleanno del mio cane, sarà un giorno allegro, come la coda di un cane felice.

giovedì 19 giugno 2014

La gallina rapita

Questo è un libro che ho illustrato con grande piacere, mi sono davvero divertita a disegnare galline, uova saltellanti e zucche parlanti... il tutto ambientato in una ipotetica campagna collinare con sentieri di ciottoli, ruscelli e borghi medievali in lontananza.
La storia è scritta da Francesca Lazzarato per la collana Tre Passi delle Emme Edizioni... una storia tutta da ridere, da leggere in 10 minuti.

Filippo e Gelsomina vanno in Cina

Le quattro storie di Filippo e Gelsomina, pubblicate con Emme Edizioni, sono state tradotte in cinese!

Evviva!

mercoledì 14 maggio 2014

Le avventure di Scodinzolo

Che bello quando suona il postino e ti arriva un pacco con l'ultimo libro fresco di stampa! Oggi mi ha portato "Le avventure di Scodinzolo" edito da Einaudi ragazzi per la storica collana Storie e Rime.
E' per me un libro importante, come ho già scritto in questo post, perché in qualche modo rappresenta una crescita, una conquista in più e ne sono davvero felice.
Il libro comprende cinque racconti che narrano le avventure del cane Scodinzolo e della sua famiglia di umani e sono in parte ispirati dal mio cane che, come dico sempre, è il mio muso ispiratore.

venerdì 11 aprile 2014

La mano è la finestra della mente


"Qualche tempo fa, non ricordo dove, mi sono imbattuto in una frase di Kant che diceva: La mano è la finestra della mente. Anche lui, ho pensato. Le visioni, le intuizioni e le immagini mentali, quell'intrico di figure e di forme grezze che attraversano la mente di chi fa il mio mestiere, e non solo, non affiorerebbero se non ci fosse la mano a dar loro una vita reale, concreta, visibile. Senza di lei rimarrebbero in una forma nebulosa, prossima all'inesistenza." (Da Pensieri della mano di Tullio Pericoli).

Questa tavola è un esercizio, per liberare la mano da tutte quelle sovrastrutture che mi sono creata negli anni, dalla perfezione del segno che ho sempre ricercato ma che non mi è mai appartenuta veramente. Sono partita senza sapere dove stavo andando e me ne sono resa conto solo quando l'ho finita, dopo aver dipinto, incollato, strappato, sbagliato... In questo esercizio c'è il mio presente e ci sono i miei libri, ci sono Tullio Pericoli e Isabelle Arsenault, ci sono Milan Kundera e Beatrice Alemagna, ci sono Daniel Pennac e Leo Lionni. E c'è il mio passato, Bruno Munari, la regola e il caso, e Riccardo Dalisi che anni fa diceva di "lasciarsi guidare dalle mani" ma io ero ancora troppo acerba per capire il senso di quelle parole. In questa tavola c'è la mia infanzia, la casa dove passavo le estati, l'erba incolta e gli alberi spontanei, i fiori di maggio e il profumo del mosto, c'è il colore del mare e delle rocce carsiche che vi si tuffano dentro. C'è la mia città, rigida nei colori e nella struttura, fredda ma ricca di storie. C'è il vento forte che mi scompiglia i capelli e le idee, c'è tutta la mia insicurezza, sono un equilibrista su di un filo infinito, in divenire perenne...

mercoledì 9 aprile 2014

Uno dei miei mostri... nuovo video su youtube

 

Ho caricato un nuovo video su youtube, ma mi rendo conto che è pieno di difetti: è troppo lungo, la musica è ripetitiva e noiosa, le riprese sono statiche etc etc. A questo link si possono vedere altri mostri, realizzati con la stessa tecnica. Spero di fare meglio nel prossimo video, nel frattempo, buon divertimento!

venerdì 28 marzo 2014

Dopo la Bologna Children's Book Fair...

Per un illustratore, la Children's book fair di Bologna è una specie di ultimo dell'anno: chi arriva preparato (megaportfolio, appuntamenti, elenco di editori interessanti e relativi stand, bottiglia d'acqua e panini) rimane immancabilmente deluso, più da se stesso che dalla fiera in sé, chi invece non si prepara per niente e va all'avventura, di solito ne ricava un mucchio di soddisfazioni. Quando la fiera finisce è il momento di tirare le somme, di fare un bilancio e di iniziare un "nuovo anno" colmo di buoni propositi.
Sono stata in fiera martedì con la mia cartella di cartone colma di disegni e di grandi speranze. Ho visto cose, sfogliato libri, incontrato persone, proposto progetti, salutato cari amici... ma, come sempre, sono tornata a casa con la sensazione di non aver visto abbastanza cose, di non aver sfogliato abbastanza libri, di non essermi proposta agli editori con sufficiente convinzione, etc etc...
Una volta a casa mi sono presa del tempo, finalmente. Prima della fiera il mio studio era un campo di battaglia: brandelli di disegni, matite spezzate, pennelli agonizzanti, barattoli di acqua sporca, tubetti di acrilico sanguinanti sparsi dappertutto... Mi sono presa del tempo, dopo un anno di duro lavoro, due giorni per riordinare lo studio e, con esso, le idee. Ne avevo bisogno.

mercoledì 19 marzo 2014

I giochi di Scodinzolo

Nuovo nuovo, fresco fresco, ecco I giochi di Scodinzolo edito da Emme Edizioni per la collana Prime Pagine, 120 pagine per giocare, contare, scrivere, disegnare, inventare, cercare (calzini perduti) e tante altre cose...

martedì 11 febbraio 2014

Le storie di Scodinzolo

Quando, a giugno dell'anno scorso, la redazione delle Edizioni EL mi ha proposto di scrivere dei racconti con protagonista il cane Scodinzolo per inserirli in un libro per la collana Storie e Rime sotto il marchio Einaudi Ragazzi, beh, ne sono stata entusiasta e, a dirla tutta, ero al settimo cielo. Storie e Rime è una collana storica assai importante e contiene gli autori più amati, sia classici che contemporanei... non potevo non esserne felice!

A distanza di mesi posso dire che è stato un lavoro lungo, di scrittura e riscrittura, di fatica e soddisfazione, di racconti scelti o scartati, un libro da illustrare poi con cura e senza fretta, cercando i passi più divertenti o più significativi di ogni racconto. Ieri ho consegnato tutte le illustrazioni e, anche se dovrà passare ancora qualche mese, non vedo l'ora di avere il libro tra le mani. So che questo sarà un libro importante per me: Scodinzolo è cresciuto e forse, almeno un po', lo sono anch'io...

giovedì 16 gennaio 2014

L'asino e il furfante

E' uscito da poco, per Emme Edizioni e illustrato da me, L'asino e il furfante, una breve libro inserito nella collana Tre passi che ha per protagonisti Nasreddin, personaggio della tradizione mediorientale, un asino e un furfante.

Cosa posso dire? Amo disegnare gli equini!


mercoledì 15 gennaio 2014

Buoni propositi...

Piccola riflessione di inizio anno. Tempo fa un'illustratrice mi disse che in un determinato disegno (solo in quello a quanto ne so) le avevo copiato il modo di disegnare i bambini che lei disegnava a quel modo dagli anni '80. Sono cose che possono capitare quando si disegna in maniera stilizzata e le differenze che vedo io, qualcun altro magari non le riesce a cogliere. In ogni caso mi scusai dicendo che la cosa non era assolutamente voluta. Questa vicenda però mi fece riflettere molto e mi fa riflettere tutt'ora. Probabilmente tra 10 anni disegnerò in maniera diversa da adesso e ciò che facevo 10 anni fa, ora mi assomiglia poco e quel bambino disegnato un paio di anni fa sarà solo uno dei tanti, diverso da quelli di adesso, diverso da quelli che disegnerò in futuro. E diversi tra loro perché i bambini non sono tutti uguali.

Fabian Negrin dice che lo stile è la morte dell'illustratore e credo abbia ragione… lo stile è un nascondiglio, un illustratore deve imparare ad andare oltre ai propri limiti, disegnare per trent'anni allo stesso modo è, se non altro, noioso, anche se può essere rassicurante. Io ci provo ad ogni nuovo lavoro, provo a fare qualcosa che non ho mai fatto prima, una nuova inquadratura, un nuovo modo per disegnare una gallina, un nuovo paesaggio da inventare mentre disegno… sembrano piccole cose ma per me sono importanti. E non solo sono cose importanti e preziose, ma anche divertenti. E' triste adagiarsi sulle cose già fatte.

Quindi ecco i miei buoni propositi di quest'anno: 1) disegnare dal vero (quando ero piccola lo facevo molto più spesso, ora molto meno). 2) esplorare le variazioni (come diceva Bruno Munari). 3) creare un archivio di immagini solo mio, fotografando ciò che mi circonda, dal naso del mio cane all'albero in riva al fiume, per non essere scontata ed evitare di copiare inconsciamente da altri. 4) il quarto proposito lo scoprirò nell'arco di quest'anno, è più stimolante vivere nell'incertezza…