lunedì 13 maggio 2013

Sketches

Ho appena inaugurato una nuova pagina sul mio blog: Sketches, ovvero schizzi. Ci metterò disegni veloci che faccio per puro divertimento con quella tecnica un po' munariana di cercare delle forme concrete da macchie create a caso. Lo considero un ottimo allenamento per levarsi di torno gli stereotipi di tutti i giorni e disegnare più liberamente.

giovedì 9 maggio 2013

Da Sàrmede a Venezia... da cosa nasce cosa

Bellissima giornata quella di ieri, trascorsa a Venezia in occasione dell'inaugurazione della mostra "Da Sàrmede a Venezia" (ne ho parlato già qui), e splendido il Palazzo Ferro Fini, sede del consiglio regionale del Veneto, che ospita la mostra che resterà aperta fino al 28 giugno.
Ne ho approfittato anche per visitare la mostra di Manet a Palazzo Ducale assieme ad alcuni miei compagni del corso di Sarmede, esposizione assai interessante perchè, affiancati ai dipinti (e disegni e incisioni) del grande artista francese, alcuni dei quali avevo già avuto la fortuna di vedere a Parigi al Musée d'Orsay, erano esposte anche le opere di artisti ai quali Manet si era ispirato. E quindi c'erano Tiziano (bellissima la contrapposizione della sua Venere di Urbino con l'Olympia di Manet), Lotto, Carpaccio e altri che evidenziavano l'assoluta verità che nell'arte, come nella vita, niente nasce dal niente... o ancora meglio, citando Bruno Munari, da cosa nasce cosa. Ed è stato un po' questo il filo conduttore della giornata di ieri (che è anche un fattore insostituibile dei corsi tenuti a Sarmede) perchè è vero che chi lavora come artista (o come illustratore, senza fare paragoni di sorta) è spesso da solo con i suoi pensieri e necessita di quella solitudine utile all'introspezione, ma è altrettanto vero che ha bisogno degli altri. E anch'io ho bisogno di giornate come quella di ieri, fatta di incontri, confronti, risate e chiacchiere a quattr'occhi sui gradini di una chiesa in una delle città più belle del mondo...

lunedì 6 maggio 2013

Il libro dei Perché di Gianni Rodari

E' sempre un piacere illustrare i testi di Rodari!  In questo caso si tratta di 60 testi scelti da Il libro dei Perché, la raccolta delle risposte alle domande dei lettori, della rubrica omonima tenuta da Gianni Rodari sul quotidiano L'Unità a metà degli anni '50, testi già pubblicati integralmente in diverse edizioni e illustrati da disegnatori del calibro di Emanuele Luzzati e Giulia Orecchia... non posso che essere felice di avere avuto questa possibilità.

In questo caso Il libro dei Perché è suddiviso in quattro volumi, editi da Emme Edizioni, ognuno dei quali affronta un tema diverso: Cielo e Terra, Chi siamo, Mondo e Animali.

Tra i quesiti posti posso ricordare: Perché la luna non casca? Perché gli aerei rimangono sospesi nell'aria? Perché abbiamo il giorno e la notte? Perché i pesci non annegano? Perché si dice "stupido come un'oca"? Perché si nasce?

Ma voglio lasciarvi con la risposta alla domanda:  
Perché quando dormo sogno?  
I sogni sono immagini costruite dalla mente addormentata: una specie di cinematografo un po' pazzo che si apre, nel nostro cervello, quando si chiudono gli occhi. più importanti sono i sogni ad occhi aperti: certi sogni, s'intende. Ma te lo dirò con una canzonetta:

Com'è povero un cielo senza Sole,
un uomo senza sogni...
Il pane non basta: ci vuole
un sogno per farlo più buono.
Ti dà più forza del vino sincero
un sogno che ha fretta
che da te solo aspetta
di diventare vero.

giovedì 2 maggio 2013

Gioca con me!

Che buono l'odore dei libri appena stampati! Mi è arrivato proprio ora un pacchetto contenente il mio nuovo libro. E' appena uscito in libreria Gioca con me!, più di cento pagine per giocare con tutti i miei personaggi della collana Prime Pagine delle Emme Edizioni. Ci sono Filippo, Gelsomina, Scodinzolo, Milla, Molli e Lalla e tutti gli altri...

Inventare così tanti giochi diversi non è stato facile, ma mi sono divertita parecchio e vedere finalmente stampate le mie fatiche è una grande soddisfazione.

Un foglio bianco...

Un rapporto di lavoro durato 10 anni si è interrotto e io riparto da qui, da un foglio bianco e molta voglia di disegnare...